• Home
  • Blog
  • Il padre e la madre... che ci siamo scelti

Il padre e la madre... che ci siamo scelti

Per far fronte a tutte le richieste di informazioni, abbiamo deciso di dedicare una serata alla presentazione di queste due giornate di lavoro. Mercoledì 15 giugno 2016 ore 20,30 presso l'Associazione Mi-Chi (via Tommaso Gulli 54 - Ravenna), saremo a disposizione per tutte le domande che vorrete farci e per illustrare il programma del corso . E' gradita, anche se non obbligatoria, la segnalazione della vostra partecipazione, con una mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

padremadredue

Ovvio e quasi banale dire che le figure genitoriali sono le più importanti della nostra vita. E la tipologia di relazione che abbiamo istaurato con ognuna di esse ci ha creato un'impronta indelebile, con la quale, nel bene e nel male, ci si troverà a fare i conti per sempre.

Ci hanno certamente plasmato, da un lato regalandoci doni preziosi, dall'altro, spesso, limitandoci e ostacolando l'espressione di parti di noi. Ed ecco che la grande sfida diventa trovare via via uno spazio proprio di scelta, la propria libertà di espressione, un dialogo sempre più adulto e sereno con loro.

La ricerca e la conquista di questa posizione può dirsi la via che ci conduce sempre più vicino a noi stessi, a riconoscerci come esseri unici, preziosi e irripetibili e al contempo a riconoscere l'altro, anche come parte di noi.

Un sentiero non sempre facile da percorrere, irto di ostacoli, di dubbi, di impasse... Ecco perchè due giornate intere dedicate a loro: è possibile iniziare ad acquisire strumenti per meglio comprendere questa relazione così importante e... il motivo per cui ce la siamo scelta. Perchè crediamo che, a livello animico, è questo che abbiamo voluto,  proprio loro che abbiamo cercato, proprio loro di cui abbiamo bisogno per ritrovare il valore della nosra essenza.

Avremo modo di vedere sia nel corpo sia nell'anima, come:

  • siamo la "materializzazione" della fusione di nostra madre e di nostro padre, chiunque fossero, indifferentemente dal fatto che li abbiamo conosciuti o meno;
  • le regole con cui ci hanno educato possono potenziarci o depotenziarci;
  • abbiamo una destra ed una sinistra che non saranno mai uguali ma che possiamo, attraverso il lavoro di armonizzazione, rendere ...empatici, amici, complementari;
  • la parte destra del nostro corpo rappresenta il genitore del sesso opposto al nostro (il Padre per il femminile o la Madre per il maschile).
  • La parte sinistra rappresenta il rapporto con il genitore del nostro stesso sesso;
  • non potranno mai svolgere, nello stesso modo, le stesse funzioni. Ci danno l'occasione di accettare il fatto che la stessa cosa si può fare in modo diverso a seconda di chi le opera (che siamo noi stessi i soggetti osservati o gli altri).
  • stiamo ragionando su un piano "orizzontale" proprio della vita su questo pianeta, materiale e definito, se vogliamo "andare oltre" possiamo considerare il il Cielo come Vero Padre e la Terra come Vera Madre, su una linea "verticale" ed Evolutiva.

 

 

 Conducono

Federica Vignoli - counselor relazionale

 Mirca Trombini - operatrice shiatsu

 28-29 maggio 2016

Dalle ore 9.30 alle 18,30

Associazione Mi-Chi

Via Tommaso Gulli 54 - 48100 Ravenna

Per ulteriori info:   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.   cel. 327.3331192                                 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. cel. 328.8291516

 

 

Utilizzo i cookie per migliorare la funzionalità di questo sito e per garantirti un'esperienza di navigazione sempre ottimale. Se continui a visitare questo sito, acconsenti al loro utilizzo. Cookie policy.

Accetto i cookie da questo sito.