Che cos'è il counseling?

counstreDiverse traduzioni dall'inglese ruotano attorno all'"attività del consigliare" o del "chiedere consulenza", ma questo non identifica correttamente ciò che di fatto è l'attività del counseling. Più corretta la strada che vede il termine collegato al verbo to counsel, derivante a sua volta dal verbo latino consulo che significa venire in aiuto, prendersi cura di... In primo piano dunque l'essere umano e una relazione in grado di essere di sostegno e di operare un potenziamento.

Con l'espressione counseling viene infatti designata un'attività professionale tesa a sostenere e a facilitare l'emersione delle risorse interiori, spesso sconosciute, di un individuo che si trova a dover gestire un momento particolarmente difficile, sia di natura personale, ma anche familiare o di coppia, causato da un lutto, un incidente, una separazione o altro. Per dirla con le parole stesse di uno dei padri fondatori del counseling, Carl Rogers: "Se una persona si trova in difficoltà, il modo migliore di venirle in aiuto non è quello di dirle esplicitamente cosa fare, quanto piuttosto di aiutarla a comprendere la situazione e a gestire il problema facendole prendere, da sola e pienamente, le responsabilità delle proprie scelte e decisioni. Gli individui hanno in se stessi ampie risorse per auto-comprendersi e per modificare il loro concetto di sé.". In quest'ottica l'obiettivo di un intervento di counseling non è quello di "guarire" una persona, ma di aiutarla a riconoscere le proprie potenzialità e capacità - considerate insite alla natura umana stessa - offrendo dunque nuove opportunità di scelta e nuove strategie riguardo al problema presentato.

Ciò si realizza attraverso una serie di colloqui e all'applicazione di varie tecniche, mirate a fare chiarezza su quel che sta accadendo realmente, a riconoscere i propri impulsi, le proprie strutture comportamentali, i propri automatismi, ma anche a rompere gli schemi disfunzionali, gli auto-sabotaggi o l'auto-critica, nella sempre counsseimaggiore presa di coscienza di sè e del proprio valore.

Il counselor è pertanto un professionista, con un percorso certificato e garantito da un codice deontologico, che, grazie ad un ascolto autentico ed empatico e all'applicazione di metodologie, conduce una persona ad essere in contatto con il proprio potenziale e a cambiare il proprio modo di porsi davanti a situazioni problematiche, così da aumentare notevolmente la presenza a se stessi, la capacità di operare scelte consapevoli, nonchè l'autostima. La conseguenza di ciò è naturalmente una migliore relazione con se stessi e con il prossimo. Se sei interessato ad iniziare un percorso...

Cenni storici

currinarNegli Stati Uniti notizie di attività di counseling e dell'uso di questo termine, si hanno fin dai primi anni del secolo scorso, relativamente al lavoro svolto dagli operatori impegnati nell'orientamento professionale dei soldati rientrati dalla guerra e bisognosi di una ricollocazione professionale. Negli anni cinquanta nascono le prime associazioni (American Psychological Association, Division of Counseling Psychology, American Personnel and Guidance Association) e successivi sviluppi vi saranno grazie ad attività culturali e/o di ricerca, come l'orientamento alla scelta degli studi universitari, per gli studenti appena usciti dalle scuole superiori; l'assistenza sociale e infermieristica; le psicoterapie, con il sostanziale contributo dei movimenti olistici incentrati sulla prevenzione dei probemi psicologici e concentrti sulla salute, piuttosto che sulle patologie.
In Italia attività affini al counseling possono rintracciarsi nella storia dell'assistenza sociale, che ebbe inizio intorno agli anni '20 del Novecento. Tali attività avevano essenzialmente carattere assitenziale, filantropico e di volontariato e hanno fatto per così dire da “substrato” alle prime scuole per assitenti sociali, nate nel medesimo periodo.
Il termine counseling inizia ad essere usato solo a partire dai prmi anni 90, nei corsi di formazione organizzati da scuole di psicoterapia e dalle Associazioni nate per gestire tali corsi. Nel IV Rapporto di monitoraggio sulle Associazioni rappresentative delle Professioni non regolamentate del Consiglio Nazionale dell'Economia e del Lavoro, per la prima volta sono riportate due associazioni di counseling. Gli ultimi venti anni hanno visto poi non solo l'aumento esponenziale dell'uso del termine e delle attività ad esso collegate, ma anche la nascita di numerose scuole di Counseling, nei più diversi orientamenti.

Utilizzo i cookie per migliorare la funzionalità di questo sito e per garantirti un'esperienza di navigazione sempre ottimale. Se continui a visitare questo sito, acconsenti al loro utilizzo. Cookie policy.

Accetto i cookie da questo sito.